6 ERRORI DA EVITARE QUANDO SI VENDE CASA PRIVATAMENTE

La vendita della propria casa è un’operazione complessa e richiede tempo e attenzione, per questo molti si rivolgono a un’agenzia: un semplice errore può costare molto caro. Se per passione o per tempo vuoi intraprendere la vendita privatamente, ti abbiamo fatto un elenco degli errori più comuni, assolutamente da evitare.

1. MANCATO CONTROLLO DEI DOCUMENTI

Ancor prima di cominciare a vendere controlla che tutta la documentazione necessaria sia disponibile e che non ci siano difformità. Procedi nel seguente ordine:
–  recati al Tavolare (a Trieste e in alcuni altri capoluoghi del Fvg )
–  richiedi le visure e la planimetria al Catasto
–  richiedi l’accesso atti all’Archivio Comunale e contolla se tutto e’ in ordine
–  controlla in che stato è l’impiantistica e se ci sono o meno le certificazioni
–  fai redigere ad un tecnico abilitato l’Attestato di Prestazione Energetica
–  recupera l’atto di provenienza

2. SOVRASTIMARE IL PROPRIO IMMOBILE

Cominciando con il prezzo di mercato giusto sei già a metà risultato. Spesso si sente dire: “ non ho fretta di vendere”. L’errore più comune è proporre un immobile nuovo con un prezzo fuori mercato. L’amatore disposto a strapagare un immobile non esiste più: la concorrenza è troppa e grazie al web, la comparazione tra gli appartamenti è disponibile a tutti. Partendo con un prezzo troppo elevato l’immobile rimarrà più tempo sui portali e pian piano la reputazione della casa si rovina. Con il tempo gli acquirenti si chiederanno sul perchè non sia stato ancora venduto e l’eventuale prezzo di offerta sarà quasi sicuramente ulteriormente a ribasso. Facendola breve: comincia definendo per la tua casa un prezzo congruo. ( vedi articolo come definire il prezzo di mercato)

3. LANCIARSI SUL MERCATO SENZA UNA STRATEGIA

Una volta definito il prezzo giusto di mercato devi saperlo proporre sul mercato immobiliare. Ci sono tanti immobili in vendita, aiuta il potenziale acquirente a trovarti. Come farlo? Devi preparare una strategia di marketing. ( Se vuoi scoprire come leggi l’articolo: Come preparare una strategia per la vendita della tua casa)

4. MALA GESTIONE DELLE VISITE

La tua casa è speciale, d’altronde molto probabilmente l’hai scelta, hai investito i tuoi risparmi, l’hai curata e sei probabilmente legato sentimentalmente ad esso. Questo legame puo’ far commettere errori grossolani durante la visita. Se possibile fai gestire le visite da altri, che conoscono perfettamente la casa, ma che riescano a essere obiettivi e imparziali. Inoltre il probabile acquirente si sentirà più a suo agio a guardare la casa senza il proprietario.

5. GESTIRE UNA TRATTATIVA EMOTIVAMENTE

Saper gestire le proposte e le controproposte è una professione che richiede saper comprendere le diverse esigenze e tramutarle in un accordo che possa far felici entrambe le parti. Per questo un bravo agente immobiliare, non coinvolto emotivamente, avra’ piu’ chance a portare a casa il risultato.

6. SCRIVERE UN PRELIMINARE CON CLAUSOLE MANCANTI

Una volta trovato un accordo devi preparare la proposta/ preliminare di compravendita: questo accordo deve contenere delle clausole e far riferimento a delle normative che tutelano sia il compratore che il venditore. Conoscerle e’ fondamentale per non dover incorrere a problemi tra il preliminare e la firma dal notaio.

Se stai pensando di vendere la tua casa e desideri ricevere una stima gratuita, scrivici a info@boreaimmobiliare.it oppure visita il nostro sito  www.boreaimmobiliare.it e compila il form: sarai ricontattato a brevissimo.

Seguici anche su FB

o su Instagram: borea.immobiliare

Potrebbe interessarti:

PREPARARE LA CASA PER LA VENDITA IN 6 STEP