QUAL’E’ LA DIFFERENZA TRA IL VALORE CATASTALE DI UN IMMOBILE E QUELLO DI MERCATO?

Se non sai quale sia la risposta, leggi il seguente articolo dove spiegheremo in modo chiaro e conciso il significato del valore catastale dell’immobile e di quello commerciale.

VALORE CATASTALE

Il valore catastale di un immobile viene definito come “valore fiscale”, che viene calcolato in base alla “rendita catastale” dell’immobile, un valore che troviamo nella “visura catastale” del bene. Si tratta dunque del valore espresso in denaro che ha la proprietà al Catasto -l’inventario di tutti i beni immobili presenti sul territorio statale.

Dove viene utilizzato?

Il valore fiscale viene per esempio usato per calcolare le imposte che dovranno essere pagate allo stato in fase di acquisto dell’immobile. Queste variano se l’immobile viene acquistato come “prima o seconda casa”. Per maggiori informazioni puoi consultare l’articolo Acquisto casa! Quanto mi costa?

Come viene determinato?

Per scoprire il valore catastale dell’immobile, se acquistato come prima casa, dobbiamo moltiplicare la rendita catastale per 115,5. Ad esempio, se la rendita catastale dell’immobile ammonta a 355,06 €, moltiplichiamo questo valore con 115,5 e scopriamo che il suo valore fiscale è di 41.009 €. Se l’immobile viene acquistato come seconda casa seguiamo la stessa procedura ma moltiplichiamo la rendita catastale per 126. Su questi importi viene calcolata l’imposta di registro per l’acquisto dell’immobile, che ammonta al 2% del valore catastale se acquistato come prima casa e al 9% come seconda casa.

VALORE DI MERCATO

Il valore di mercato di una casa è invece l’ammontare stimato a cui una proprietà dovrebbe essere venduta ovvero acquistata. Si tratta di una stima del più probabile prezzo di vendita di una proprietà in un determinato momento storico. Esso infatti varia in base alla domanda ed all’offerta presente sul mercato.

La stima o valutazione del più probabile valore di mercato dell’immobile viene effettuata da esperti del settore immobiliare, come agenti immobiliari e periti. Essi prendono in considerazione più criteri:

  • le dimensioni in mq dell’immobile,
  • le caratteristiche e gli accessori di cui la proprietà e dotata,
  • lo stato dell’immobile (nuovo, ristrutturato, abitabile, da ristrutturare ecc.),
  • la posizione (centro città, periferia, vista mare ecc.),
  • l’andamento e i trend del mercato (tanta o poca richiesta, tanta o poca offerta),
  • i prezzi a cui sono stati venduti gli immobili comparabili.

Se stai pensando di vendere o affittare la tua casa, appartamento o terreno, non esitare a contattarci per ricevere gratuitamente e senza impegno una valutazione. Potrai decidere in seguito se proporre il tuo immobile alla nostra agenzia. Chiamaci al +39 3286066138 o invia una mail a info@boreaimmobiliare.it.

Potrebbero interessarti anche:

Sistema tavolare: di cosa si tratta?
Pertinenze immobiliari: tutto quello che c’è da sapere